Motogp: Poncharal carica Spies a dovere

C’è grande attesa per il campionato motogp 2010. In molti sognano di rivivere la storica sfida tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, impreziosita magari dall’intervento di qualche rider di lusso quale Casey Stoner o Daniel Pedrosa. Senza dimenticare ovviamente Ben Spies, che l’anno prossimo sarà chiamato a dimostrare il proprio valore dopo un’annata trionfale in superbike. Il texano infatti avrà l’arduo compito di rovesciare il regime dei “fab four” proponendosi in qualità di outsider.

Per centrare questo obiettivo dovrà però acquisire un buon feeling con la Yamaha YZR-M1 messagli a disposizione dal team Tech 3. Ed è proprio su quest’aspetto che il venticinquenne lavorerà attentamente nei prossimi mesi. Per sua fortuna il primo approccio col mezzo (avuto in quel di Valencia) è stato più che positivo. Per l’occasione “Elbowz” ha fatto registrare degli ottimi tempi, concludendo la gara in nona posizione.
 
Ciò ovviamente non è sfuggito ad Hervè Poncharal (boss del team), che si è prodigato in sperticate lodi verso il pilota statunitense. Poncharal infatti ha sottolineato di essere rimasto estremamente colpito dall’approccio di Ben alla nuova avventura, al punto da definirlo uno straordinario centauro.
 
Oltre questo il manager spagnolo si è soffermato anche sulle potenzialità del suo “ragazzo”, dal momento che ha affermato che Ben abbia tutto il talento necessario sia per competere ad alti livelli, che per contrastare Rossi e co.
 
Pertanto ha altresì palesato la volontà di vederlo all’opera quanto prima, prefigurando la possibilità di ammirarlo (magari in compagnia del collega Colin Edwards) da subito nella parti alte della classifica.