MotoGP Phillip Island QP: Casey Stoner centra la terza pole stagionale

Casey Stoner centra la pole position sul circuito australiano di Phillip Island

Casey Stoner partirà domani in pole position nella sua gara di casa: il pilota australiano della Ducati ha infatti preceduto di ben sei decimi Jorge Lorenzo, secondo, e addirittura di 1,2 secondi l’americano Ben Spies in una sessione di qualifica segnata dalla pioggia delle ultimissime fasi. Al quarto posto Marco Simoncelli centra la sua miglior qualifica della carriera in MotoGP, precedendo la Yamaha di Colin Edwards e la seconda Ducati di Nicky Hayden. Randy de Puniet è sesto con la sua Honda del team LCR e precede i ben più quotati Valentino Rossi e Andrea Dovizioso: da quanto emerso finora in Australia, la rincorsa per il terzo posto mondiale appare davvero ardua per i due italiani viste le prestazioni di Stoner.

Daniel Pedrosa, alla fine quindicesimo, è ancora condizionato fortemente dal suo stato di forma tutt’altro che perfetto. Da segnalare anche le cadute di Loris Capirossi, Hector Barbera e dello stesso Hayden: nessuno dei tre sembra riportare conseguenze ma per loro la caduta segna anche la fine della sessione. 
 
In Moto 2 è il sammarinese Alex de Angelis a far segnare il miglior tempo dopo che Scott Redding, secondo, era rimasto in testa per buona parte delle qualifiche; Stefan Bradl e Mike di Meglio chiudono poi la prima fila. In seconda fila si piazzano invece Andrea Iannone (vittima anche di una caduta) e Julian Simon, in lotta per la seconda posizione della classifica iridata; dietro a loro invece troviamo Michael Ranseder e Raffaele de Rosa, mentre Toni Elias è solo nono. Oltre a Iannone cade anche Roberto Rolfo, piuttosto indietro in griglia. 
 
In 125 Marc Marquez centra l’undicesima pole stagionale, la prima della sua carriera sul circuito di Phillip Island; lo spagnolo del team Red Bull Ajo Motorsport precede il compagno di squadra Sandro Cortese e i due rivali per il titolo Pol Espargarò e Nicolas Terol, rispettivamente terzo e quarto. Alle spalle di Terol si piazzano Bradley Smith ed Esteve Rabat, costretto a terminare anzitempo la sua prova per problemi meccanici della moto.