MotoGP, la Suzuki prepara Sepang

La Suzuki deve cercare il riscatto in MotoGP dove non riesce a vincere una gara da ormai troppi anni. Di questo ne è consapevole Paul Denning, responsabile della squadra, che conta di poter affidare ai piloti Suzuki una moto competitiva rispetto alle ultime deludenti stagioni dove non si è riusciti a ottenere i risultati sperati. 
 

Con Loris Capirossi e Alvaro Bautista, al debutto in MotoGP avendo preso il posto di Chris Vermeulen che è tornato in Superbike dopo diversi anni nella GP, la squadra Rizla Suzuki si sta preparando agli ormai prossimi test sul circuito di Sepang in Malesia dove si preparerà la stagione 2010.

Sul circuito malese di Sepang partirà così il riscatto Suzuki con una nuova GSV-R che sarà caratterizzata da un telaio ed un motore sviluppato in questi ultimi mesi. 
 

“Ci stiamo impegnando per rendere la moto il più adatta possibile e ci saranno alcune modifiche significative a livello di telaio, con un nuovo design nei test di Sepang. Lavoreremo anche sull’accelerazione, per renderne più comodo l’uso per i nostri piloti. 
 

Per il momento le risposte da Suzuki sono state positive. Si è trattato di fare varie simulazioni e test dinamici, poiché in questo periodo dell’anno il meteo in Giappone non permette test in pista a causa del freddo. 
 

Non ci concentreremo sui tempi a Sepang. Dovremo puntare sulla risoluzione dei punti deboli della moto, rendendola più adattabile a differenti condizioni e basse temperature. 
 

Non so quanto riusciremo a fare a Sepang, ma già nei test di Estoril avevamo trovato la giusta direzione. Quindi incrociamo le dita.”