MotoGP Aragon: Casey Stoner ritrova la vittoria

Casey Stoner torna a vincere sul Motorland Aragon
Casey Stoner torna a vincere e lo fa alla sua maniera: l’australiano della Ducati resiste all’attacco di Lorenzo in partenza e poi impone un ritmo a cui il solo Daniel Pedrosa sa rispondere, anche se i problemi in partenza non consentono allo spagnolo della Honda di potersela giocare corpo a corpo con il suo futuro compagno di squadra in HRC.

Al terzo posto si piazza la seconda Ducati di Nicky Hayden, bravo a superare nel finale Jorge Lorenzo, aggressivo alla partenza ma incapace di tenere il passo dei piloti che lo precedono: lo spagnolo, quarto alla fine, e la Yamaha sembrano in netto calo rispetto alla concorrenza e soprattutto rispetto a Pedrosa, vincitore a Misano e più regolare rispetto ai piloti Ducati. Ben Spies è quinto davanti a Valentino Rossi, mai veramente a suo agio nel week end spagnolo, e a Marco Simoncelli, in modesta ripresa, mentre Marco Melandri è nono preceduto da Alvaro Bautista. Un capitolo a sé merita Andrea Dovizioso: il pilota italiano fa una buona gara ma ancora una volta cade nel momento in cui si trova a lottare corpo a corpo, stavolta con Spies per la quinta posizione; con questi risultati non può cero sperare di rimanere nel team ufficiale Honda e molto probabilmente nel suo futuro ci sarà il team Gresini
 
In ottica mondiale, non cambia poi molto visto che il vantaggio del maiorchino del team Fiat Yamaha è sempre rassicurante anche rispetto a Pedrosa: certo Lorenzo adesso dovrà dimostrare di sapere soffrire e di sapere tornare a vincere per dimostrare a se stesso e al suo team (che ha lasciato andare Rossi alla Ducati, promuovendolo di fatto al ruolo di prima guida) tutto il suo valore. 
 
Foto AP/LaPresse