Motoday 2010: tante presentazioni in programma

La seconda giornata è stata quelle delle presentazioni ufficiali a Motodays 2010. Dal 2006, anno record di immatricolazioni per il macrosettore delle moto e dei ciclomotori, a tutt’oggi, la crisi economica congiunturale ha fatto sentire pesantemente i suoi effetti sulle vendite delle grandi Case motociclistiche mondiali. Tutto questo non ha fermato la corsa dello sviluppo tecnico e la progettazione dei nuovi modelli di serie. 
 

Alle 10.30 il Direttore generale della divisione PTW Operation di Yamaha Italia Enrico Pellegrino ha aperto la conferenza stampa di presentazione delle anteprime di quest’anno della casa giapponese. L’onore di svelare i tre nuovi modelli è andato a Franco Picco, centauro italiano fresco vincitore della classe “Marathon” all’ultima Dakar e veterano delle corse africane.

Regina della presentazione è stata la XT1200Z Super Ténéré m.y. 2010, pronta a inserirsi nel settore “on-off” del mercato motocicli da vera protagonista, grazie a delle caratteristiche davvero interessanti: solo 261 kg, compresi i liquidi, per questo gigante adatto sia alla strada che allo sterrato, elettronica innovativa senza invadere il piacere di guida dei motociclisti esperti. 
 

Grande impatto anche per la naked Fz8 e la semi-carenata Fazer8, disponibili sul mercato italiano rispettivamente a maggio e a giugno 2010. 
 

E’ stata poi la volta della casa taiwanese SYM con il nuovo scooter Symphony SR, versione sportiva del Symphony S, supergrintoso e disponibile già dai primi di aprile nei concessionari nelle tre motorizzazioni da 151, 125 e 50cc. 
 

La Federazione Motociclistica Italiana ha presentato alla stampa il Campionato Italiano Femminile in gara unica, che sarà disputato il prossimo 12 settembre a Vallelunga. La FMI ha sottolineato il proprio impegno per sensibilizzare le donne che vogliono provare per la prima volta l’emozione della pista. In questa direzione si inserisce il Trofeo Bossini, competizione agonistica tutto al femminile dedicata alle esordienti. Presenti alla conferenza le due campionesse italiane Paola Cazzola e Alessia Polita. 
 

Durante la tavola rotonda “Creare guidatori migliori: esperienze formative a confronto”, Riccardo Matesic ha moderato gli interventi dei rappresentanti di ANIA, Ministero dell’Istruzione, Ministero dei Trasporti e Federmoto, che hanno dialogato per spiegare alla stampa lo stato attuale del lavoro di formazione e prevenzione effettuato sui giovani delle scuole superiori. Obiettivo: cercare di ridurre l’incidenza dei sinistri stradali e autostradali in Italia intervenendo sulla psicologia dei ragazzi.