Motociclisti in festa, addio alla tassa fino al 2025: ora è ufficiale

La notizia tanto attesa dai motociclisti è finalmente giunta: la tassa più odiata è stata sospesa fino al 2025.

L’acquisto di una moto è una decisione che va valutata attentamente. In primo luogo perché questi mezzi a due ruote sono bellissimi da guidare, ma possono essere scomodi per la vita di tutti i giorni. La prima valutazione che va fatta riguarda dunque il rapporto costi-benefici. Chiunque abbia un budget ridotto, dunque, si potrebbe vedere costretto a rinunciare ad una moto qualora non abbia risorse sufficienti.

Addio tassa fino al 2025
La tassa è stata sospesa fino al 2025: i motociclisti esultano – nextmoto.it

Sebbene tendenzialmente le moto costino meno delle auto, acquistare un modello nuovo di zecca ha comunque il suo peso sull’economia personale. Oltre ai costi di acquisto vanno poi valutati quelli di gestione ordinaria, quelli di manutenzione e ovviamente i costi relativi alle tasse annue e all’assicurazione.

In merito proprio all’assicurazione nelle scorse ore è giunta una brutta notizia, il governo italiano si è adeguato alle direttive europee introducendo il rischio statico e dunque obbligando di fatto il pagamento dell’assicurazione anche per quei mezzi che rimangono fermi in strada (anche se chiusa al traffico) per lungo tempo.

Questo di fatto potrebbe comportare la necessità di pagare l’assicurazione anche nei mesi invernali, periodo in cui solitamente le moto vengono messe da parte per ragioni atmosferiche e di sicurezza personale. Un simile costo aggiuntivo potrebbe essere un deterrente per l’aquisto ed il mantenimento di una moto, specie per chi la utilizza solo saltuariamente.

Buone notizie per i motociclisti: la tassa non dovrà essere pagata fino al 2025

Per fortuna dalle sedi di potere non arrivano solo brutte notizie. In queste ore è stato ad esempio ufficializzato il rinnovo della “tregua” tra USA e Europa per quanto riguarda i dazi doganali sulle moto importate dal continente americano. La questione è nata durante la presidenza Trump, quando l’ex presidente ha imposto un incremento del costo di acciaio e alluminio importati dall’Europa.

Addio tassa fino al 2025
Le Harley Davidson potranno essere acquistate senza sovrapprezzo sino a marzo 2025 – nextmoto.it

Il Tycoon aveva inserito nella “Sezione 232” delle tariffe sui materiali statunitensi un rincarso del 25% sull’acciaio e del 10% sull’alluminio importati dall’Europa, al fine di proteggere gli affari interni del suo Paese. Per tutta risposta l’Europa aveva quindi applicato delle “tariffe di ritorsione” su prodotti importati dagli USA tra i quali figuravano anche le Harley Davidson.

Questa guerra politica aveva portato ad un incremento notevole del costo delle moto americane qui da noi. Con l’arrivo della presidenza Biden il clima si è rasserenato e anche la tassa sulle moto USA è stata sospesa. Nelle scorse ore è stato confermato ufficialmente che la “tregua” tra Europa e America è stata prolungata fino a marzo 2025.

Ciò significa che i costi doganali per l’acquisto di una Harley non saranno applicati fino a quella data. Chiunque voglia prendere una di queste bellissime moto potrà farlo senza il timore di dover pagare un sovrapprezzo. Anzi se il vostro desiderio è quello fareste bene ad approfittarne prima del 2025.

Impostazioni privacy