Magigas lancia l’additivo al bioetanolo

Logo Magigas-Extreme Competition
La campagna a favore della salvaguardia dell’ambiente sta avendo sempre più riscontri. Merito dei governi dei grandi colossi che, dopo quasi un secolo di strafottenza, hanno deciso finalmente di intervenire per tutelare il nostro pianeta. Proprio per questo sono state lanciate diverse iniziative per combattere il fenomeno delle immissioni nell’atmosfera. A tal proposito molti costruttori hanno dato vita a scooter elettrici (oltre agli autoveicoli), mentre altre ditte si sono industriate diversamente. La Magigas ad esempio ha puntato sullo studio dei carburanti a base di bioetanolo, spingendo in avanti la ricerca e realizzando diversi prodotti incredibilmente performanti.

Uno di questi è il D7, interessantissimo additivo realizzato nei laboratori R&D Magigas che prende le sue origini e la sua forza direttamente dal bioetanolo. Questo prodotto, miscelato al normale gasolio da autotrazione, restituisce nuova vita ai vecchi motori diesel abbattendone in larga parte tutti i fattori inquinanti.
 
L’efficienza del D7 è stata peraltro positivamente appurata dal centro ricerche della commissione europea JRC, tanto che la Regione Veneto ha deciso di finanziare una sperimentazione “sul campo” (incentrata sull’uso di questo additivo) denominata “Clean Venice
 
Questa innovativa operazione ha come obiettivo principale, proprio attraverso l’utilizzo del D7 su tutta la flotta dei mezzi ACTV operanti a Lido di Venezia e dedicati al trasporto pubblico, l’abbattimento delle polveri sottili presenti nell’atmosfera (i così detti PM10) ma anche dell’anidride carbonica, degli ossidi di azoto e degli idrocarburi incombusti.