Incidenti Moto – Chip USB al posto del dito amputato

USB dito

Il sapore dell’ asfalto non è mai piacevole, soprattutto quando esso lasci delle cicatrici indelebili o dei segni che possano compromettere le azioni più semplici della vita di tutti i giorni.
Arriva da un intelligente motociclista che ha trovato il modo di sostituire il suo dito ormai amputato a causa di una caduta in moto con un chip USB.

Si chiama Jerry Jalava ed è uno sviluppatore software finlandese oltre ad essere un appassionato motociclista.
Lo scorso anno, mentre Jerry era in sella sulla sua Ducati Monster 696, un cervo spuntò improvvisamente davanti alla sua moto. Nel tentativo di evitarlo, la moto di Jerry fini per terra, ruzzolando ferocemente prima di scivolare per circa 500 metri intrappolando la mano del biker finlandese tra la ferraglia e l’ asfalto.
 
Con l’ adrenalina che aveva raggiunto valori stratosferici, Jerry provò a cercare le sue sigarette, ma si accorse ben presto di non esser capace di afferrarle correttamente a causa della scivolata che gli aveva portato via un pezzo di dito della sua mano sinistra.
 
Una tragedia sfiorata e un dito in meno. Ringraziando il cielo per aver evitato il peggio, Jerry si mise subito al lavoro per capire come riportare alla normalità la sua mano. E la soluzione tecnica si manifestò davanti ai suoi occhi proprio grazie al suo lavoro.
 
Sostituire il suo dito involontariamente amputato a causa della caduta con un chip USB da 2 GB.
Una soluzione che si è rivelata utile e che non necessita di alcuna operazione medica: il chip USB, infatti, non è ancorato a nessun osso della mano né fissato alla pelle, ma semplicemente inserito in una protesi sintetica rimovibile che simula la pelle del dito mancante.
Sono veramente felice e soddisfatto del risultato – ha dichiarato un raggiante Jerry – Sarebbe potuta andare peggio. E penso che la maggior parte della mia gratitudine per il fatto di essere ancora qui e per aver evitato danni maggiori vada al mio abbigliamento da moto e al mio casco.”
 
Al momento, dopo il successo ottenuto con il chip USB, Jerry sta pensando di upgradare il suo ritrovato tecnologico con un dispositivo RFID integrato in una protesi rimovibile che simuli perfettamente le fattezze del suo dito e che gli consenta, così, di guidare senza problemi.