Chicca Ducati, i collezionisti impazziscono: saranno rarissime

La casa di Borgo Panigale è stata omaggiata anche dalla Repubblica italiana. Ecco come hanno raccontato i successi della Ducati della passata stagione.

Dal 2020 in avanti la Ducati ha abituato i fan italiani a successi clamorosi. La casa emiliana ha cambiato faccia con l’arrivo di Audi, facente parte del potente Gruppo Volkswagen. Con casse piene, l’equipe di tecnici, capitanati dal geniale ing. Dall’Igna, ha iniziato a dettare legge nel Motorsport.

Chicca Ducati, i collezionisti impazziscono
Ducati, arriva l’omaggio da brividi (Ansa) nextmoto.it

Il trionfo nei costruttori, nel 2020, è arrivato grazie alla premiata ditta italiana Dovizioso – Petrucci. Nei due anni successivi Bagnaia e Miller hanno portato avanti la Rossa, mentre nella passata stagione è stato un vero e proprio dominio in top class. La casa di Borgo Panigale può oggi fare affidamento su 8 straordinari interpreti, divisi in quattro team. In quello factory c’è il bicampione del mondo della MotoGP degli ultimi 2 anni, Pecco Bagnaia, insieme ad Enea Bastianini.

Nella squadra Pramac e in quella Gresini sono arrivate due grosse novità. Zarco è stato sostituito con Morbidelli, vice campione del mondo 2020, e nel team Gresini Racing si è ricongiunta la fratellanza Marquez. Marc ha deciso di farsi ammaliare dal progetto di Nadia Padovani, vedova di Fausto Gresini. Nel team di Valentino Rossi, invece, è arrivato Di Giannantonio, dopo l’esperienza biennale in Gresini, al fianco di Bezzecchi.

La Ducati si presenterà da favorita assoluta nel 2024. Secondo quanto è emerso già nei primi test stagionali, le differenze fra la GP23 e la GP24 saranno molto più marcate rispetto a quelle che si percepivano l’anno scorso tra la GP22 e la GP23. Si tratterebbe di un dettaglio non di poco conto, dato che Bagnaia, Bastianini, Martin e Morbidelli avranno la chance di levarsi grandi soddisfazioni nelle prime posizioni.

Ducati, arriva l’omaggio da brividi

La Rossa è un orgoglio italiano e, oramai, sta alla MotoGP come la Scuderia Ferrari sta alla F1. La supremazia non si limita, esclusivamente, alla classe regina del Motomondiale. Nel 2023 Alvaro Bautista si è confermato campione del mondo della Superbike, mentre Nicolò Bulega ha dominato nel Supersport. Le Panigale sono diventate il punto di riferimento nelle classi delle moto derivate di serie.

La casa di Borgo Panigale è stata
Novità per la Ducati (Ansa) nextmoto.it

I risultati in pista hanno avuto anche brillanti ricadute sul piano dei fatturati. La Ducati è diventata un simbolo di italianità all’estero. Tra le emissioni della nuova Collezione Numismatica 2024, coniata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, sono apparse alcune monete in argento dedicate alla casa di Borgo Panigale e realizzate per omaggiare i trionfi della passata stagione.

La Collezione Numismatica della Repubblica Italiana, svelata al Ministero dell’Economia e delle Finanze, mette in primo piano il patrimonio italiano attraverso monete dedicate all’identità del Paese. Potrete toccare con mano anche l’eccellenza del Made in Italy su due ruote. Alla presentazione hanno preso arte il ministro dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti, il presidente dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Paolo Perrone, l’amministratore delegato dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Francesco Soro e Claudio Domenicali, amministratore delegato Ducati.

Ha presentato l’evento Mara Venier con l’artista Antonio Vecchio. Si tratta di un trittico commemorativo d’argento, costituito da tre monete da 5 euro che mettono in mostra sui lati anteriori una veduta storica dello stabilimento Ducati di Borgo Panigale, a destra il logo del brand e intorno alla scena la scritta Repubblica Italiana. Sul retro della moneta sono presenti tre design differenti, con una panoramica dell’evoluzione della casa emiliana attraverso alcune delle sue moto più note. Sono state scelte la Ducati 60 del 1949, prima motocicletta della storia di Ducati prodotta completamente a Borgo Panigale, la Ducati 916, progettata nel 1994 dal designer Massimo Tamburini, oltre alla recente Panigale V4, la Superbike per eccellenza del listino della Ducati.  

Impostazioni privacy