Bugatti Chiron vs Kawasaki Ninja vs Ducati Panigale: chi la spunterà? Duello assurdo

Una sfida di accelerazione che metterebbe i brividi anche ai più grandi campioni della pista. Ecco chi ha vinto tra una Bugatti Chiron, una Kawasaki Ninja e una Ducati Panigale.

Non vi sono regole specifiche che portano gli specialisti di Carwow a provare, in testa a testa, mezzi di ogni tipo. Stavolta hanno voluto portare al limite la Bugatti Chiron SS con le mostruose Superbike di Kawasaki e Ducati: la Ninja e la Panigale. Si tratta di alcuni dei veicoli più veloci sul pianeta e ci aiuteranno a capire come avviene l’erogazione brutale delle moto.

Sfida drag star totale
Tra una Bugatti Chiron, una Kawasaki Ninja e una Ducati Panigale – Nextmoto.it

I duelli di accelerazioni sono piuttosto noti negli Stati Uniti. Gli americani adorano confrontarsi sui rettilinei per delle drag star da brivido. Le moto sono difficili a battere su sfide dalla breve distanza. La loro capacità di accelerazione è impressionante, grazie ad un rapporto potenza/peso impareggiabile. Le performance dei centauri in MotoGP sono un chiaro esempio delle prestazioni incredibili nello 0 a 100 km/h dei prototipi.

Dall’esperienza in pista nascono degli autentici capolavori ingegneristici. La Bugatti Chiron proviene da un know-how differente. L’hypercar francese raggiunge i 1.600 CV, con una coppia di 1.600 Nm. Il peso è di circa due tonnellate, ma è proprio nel dritto che regala emozioni fortissime. Vi sono auto nel misto che consentono un piacere di guida superiore, ma poche possono pareggiare lo scatto da fermo della Chiron. È capace, infatti, di superare i 400 km/h, e passa da 0 a 200 km/h in 5,8 secondi. Per questo motivo il test è avvenuto con due moto eccezionali.

Sfida drag star totale

Il motore che hanno la Ducati e la Kawasaki non può competere, come potenza assoluta, con la Bugatti. E’ il peso, però, a fare la differenza. Su questi bolidi sono pochissimi i componenti che hanno un peso significativo. La Kawasaki Ninja H2R equipaggia un motore 1000 di cilindrata con una potenza equivalente a 315 CV e una coppia di 165 Nm. La Ducati Panigale SP2 dispone di un motore da 1.100 centimetri cubici con una potenza di circa 219 CV e una coppia di 124 Nm. Quest’ultima ha sfidato anche una Porsche.

Non vi vogliamo svelare il vincitore della sfida. La battaglia è stata accesa. Tanto dipende anche dalla partenza. A differenza delle auto le due moto hanno messo in mostra una certa tendenza ad alzare sulla ruota posteriore. Un partenza pulita su bolidi di questo tipo, dando subito gas a manetta non è semplice. Va ricordato che a favore delle due moto, durante le prove, c’è stata una leggera pioggia. Alzate il volume perché il sound del motore W16 con 16 cilindri distribuiti a W è impressionante.

Impostazioni privacy