Brivio stupito dal rendimento di Valentino Rossi

Nel box Yamaha c’è un uomo che conosce più di tutti Valentino Rossi. Si tratta di Davide Brivio, fido team manager del campione di Tavullia. L’idilliaco rapporto tra i due ebbe inizio ben sette anni fa, allorquando il dottore passò clamorosamente dalla Honda alla casa concorrente. Da quel momento i due non si sono più lasciati. Pertanto non c’è da stupirsi se il nome di Brivio sia ormai indissolubimente legato ai trionfi di Valentino. Del resto dal 2003, questa affiatata coppia ne ha tanta fatta di strada. Basta considerare che a quel tempo la Yamaha era solo una scuderia dal basso profilo, mentre oggi domina su tutto e tutti.

Segno dunque che il lavoro d’equipe ha prodotto risultati incredibilmente positivi, che potranno a breve essere rimpinguati da un’altra sensazionale stagione. Tra poco infatti avrà inizio il campionato motogp 2010, che vedrà alla partenza la “creme de la creme” del motomondiale.
 
Per Rossi inoltre sarà il quindicesimo anno all’interno del circus Dorna. Guai però a pensare che il pilota di Tavullia sia ormai appagato o privo di ambizioni. Brivio stesso infatti ha ammesso che il suo “protetto” ha in sé una carica davvero straordinaria.
 
Ecco nello specifico quando dichiarato dal tm: “Valentino non finisce mai di stupirmi. E’ incredibile il modo in cui si è approcciato ai test invernali. Ha fatto questi test per quindici anni, eppure è ancora fortemente motivato ed ha una grande passione per le corse. Basta guardare come guida la moto! E una sorpesa continua!”.
 
Alla luce di ciò, è opportuno prepararsi ad un’annata davvero memorabile. Sembra infatti che Rossi abbia tutte le intenzioni di riconfermarsi ancora una volta sul tetto del mondo.