Ben Spies soddisfatto del 6° posto di Laguna Seca

Ben Spies
Sul circuito di Laguna Seca Ben Spies ha ottenuto il sesto posto finale. Spies sperava di conquistare un posto sul podio nella propria gara di casa ma un errore l’ha tolto dai pretendenti a questo risultato. 
 

Sebbene deluso per il podio mancato Ben Spies è soddisfatto di questo risultato perchè è tornato a lottare per un ruolo da protagonista in MotoGP.

Ben Spies è stato in ogni caso uno dei protagonisti del Red Bull U.S. Grand Prix, nel quale l’americano del team Monster Yamaha Tech3 ha fatto di tutto per giocarsi il podio, salvo poi chiudere in sesta posizione alle spalle proprio del connazionale del team Ducati. 
 

Qualche errore di linea, e la sfida con due pesi massimi di questo tracciato come Rossi e Hayden, hanno “compromesso” la gara del forte texano, che ha dichiarato: 
 

“Ho fatto una gran partenza ed ero terzo ma nei primi due giri non riuscivo semplicemente ad essere veloce. Il gruppo davanti a me ha trovato subito un po’ di distanza, anche se una volta trovato il ritmo sono riuscito a piazzarmi facilmente alle spalle di Nicky e Valentino”. 
 

“Ho superato Nicky e ho iniziato una bella sfida con Valentino. Stavo per attaccarlo quando ho avuto un problema in entrata di curva nel 25º giro. Ho provato a recuperare perché volevo il podio davanti al mio pubblico a Laguna Seca e non riuscirci è stato abbastanza deludente. 
 

Me ne vado sapendo che avrei potuto essere sul podio. Non posso chiedere molto di più perché sono nella top6 senza una moto ufficiale, quindi non sono così triste”.