Bagnaia, il rivale lo allarma: “E’ più veloce”

Pochi dubbi in merito alla rivalità tra Pecco Bagnaia e Jorge Martin, lo spagnolo è sicuro.

La pausa delle gare è motivo di aggiornamento, studio e riflessione. La sosta, in programma fino ad inizio agosto, consentirà ai piloti di riposarsi e di rimettersi in sesto in vista della seconda parte di stagione che, mai come quest’anno, si prospetta più avvincente che mai.

Dichiarazioni Espargaro
Lo spagnolo non ha dubbi sulla rivalità Bagnaia-Martin (Ansa) nextmoto.it

Pecco Bagnaia occupa il primo posto in classifica ma la sua posizione non è per nulla salda. Alle sue spalle Jorge Martin e Marco Bezzecchi hanno dimostrato in diversi episodi di poter competere al suo livello e talvolta anche di poterlo battere. Soprattutto lo spagnolo, in sella alla sua Ducati Pramac, è apparso in splendida forma e capace di mettere in pista la costanza necessaria per cercare di spodestare Bagnaia dal trono.

Soprattutto lo spagnolo potrebbe avere le motovazini giuste. Non ha mai digerito il passaggio nel team ufficiale di Enea Bastianini, per cui Martin vuole dimostrare anche di poter occupare quel posto così ambito da tutti i piloti nel paddock, considerato soprattutto il dominio di Ducati.

MotoGp, Martin preoccupa Bagnaia: glie lo dicono anche gli altri piloti

Il dominio Ducati in MotoGp si è trasformato, per forza di cose, in una lotta interna. Una battaglia pacifica, sia chiaro, ma pur sempre una battaglia.

Dichiarazioni Espargaro
Il pilota Aprilia è sicuro del suo collega spagnolo (Ansa) nextmoto.it

Sono tre i piloti Ducati nelle prime tre posizioni in classifica, simbolo di una superiorità netta, con i team rivali che faticano a colmare il gap. Tra i piloti rivali, tuttavia, ce n’è uno che considera Jorge Martin superiore. Si tratta di Aleix Espargaro, pilota Aprilia, che ha commentato il talento del collega spagnolo, mettendolo anche al di sopra di Pecco Bagnaia.

Martin ha più potenziale, è riuscito a trovare la continuità necessaria a lottare per il titolo”, ha dichiarato Espargaro sottolineando la velocità di Martin. Secondo il pilota Aprilia, tuttavia, Martin ha soltanto la moto uguale a quella di Bagnaia, ma non il team (quello ufficiale, per intenderci). “È difficile vincere col team satellite, dipende da come la gestirà Ducati”, ha concluso Espargaro.

Dichiarazioni importanti che testimoniano le opinioni contrastanti all’interno del paddock di MotoGp. La sfida per il titolo sarà apertissima e la seconda parte di stagione si prospetta entusiasmante. Si ripartirà ad agosto a Silverstone, dopo una pausa di più di un mese.

Impostazioni privacy