Andrea Dovizioso, dopo la MotoGP ha deciso di farlo: “Una follia …”

Comincia la nuova carriera di Andrea Dovizioso che dopo la MotoGP ha deciso di inseguire il suo sogno: i tifosi sono rimasti senza parole

Poteva succedere anche a lui, perché in fondo per almeno un paio di stagioni è stato in lotta fino all’ultimo con Marc Marquez. Invece il sogno di Andrea Dovizioso e dei suoi tifosi, quello di un Mondiale in MotoGP è rimasto tale e ci ha pensato Pecco Bagnaia a sfatare il tabù per la Ducati Desmosedici.

Andrea Dovizioso, dopo la MotoGP ha deciso di farlo - NextMoto.it
Andrea Dovizioso, dopo la MotoGP ha deciso di farlo – NextMoto.it

Il forlivese ha salutato tutti lo scorso settembre dopo il GP di Misano, anche perché la sua nuova avventura con la Yamaha del Team RNF è stata molto più complicata del previsto. Ha scoperto di non essere più competitivo, con una moto che non lopo assecondava anche perché piena di problemi non solo per lui.

E ha anche scoperto che a 36 anni era arrivato il momento di staccare il cordone ombelicale con il Motomondiale per dedicarsi ad altro. Perché la grande passione di Andrea è legata ad un altro mondo, simile ma anche molto diverso: lui ha sempre sognato di diventare un pilota di motocross e adesso farà da coach per le nuove generazioni.

Andrea Dovizioso, dopo la MotoGP ha deciso di farlo: finalmente è partito

La passione per il motocross in casa Dovizioso è antica. Glie l’ha trasmessa il padre, Antonio, che ancora oggi si diverte nelle gare organizzate per le vecchie glorie, come la TransBorgaro vicino a Torino tutti gli anni.

Per lui, come per molti altri piloti di MotoGP, invece è sempre stato un modo di tenersi in allenamento. Da quando poi ha scoperto il ‘Ranch‘ messo in piedi da Valentino Rossi a Tavullia, l’idea di aprire una sua pista ha cominciato a balenargli in testa anche se i tempi nonj erano ancora maturi per realizzarla.

Adesso invece ha i mezzi economici per farlo e soprattutto il tempo libero per realizzare il suo progetto. Così con la sua società, la RPM, alla fine del 2022 si è aggiudicato il bando per la gestione ventennale di una pista già esistente dalle sue parti e che adesso che ora prenderà il nome di 04 Park – Monte Coralli di Faenza.

Non sarà solo in questo progetto, che ha da subito trovato due sponde importanti. La prima è quella della Federazione Motociclistica Italiana che qui vuole portare la sua Scuola federale per le formazione dei giovani piloti. E la seconda è quella del Comune di Faenza che così potrà rilanciare un impianto in passato sede anche di gare del Mondiale.

Dovizioso si è ritirato defintiivamente dopo il GP di Misano 2022 - NextMoto.it
Dovizioso si è ritirato defintiivamente dopo il GP di Misano 2022 – NextMoto.it

Il progetto prevede diversi lavori sia per ampliare le strutture già presenti che per ammodernare la pista, sfruttando anche alcuni fondi del Pnrr. Quindi all’interno del 04 Park – Monte Coralli ci saranno uffici e aule didattiche per la formazione di piloti e tecnici. E aree dedicate ai raduni collegiali dei Talenti Azzurri per trovare i nuovo Toni Cairoli, ritiratosi nel 2021 con nove titoli di campione del mondo.

La nuova pista di motocross e tutti gli altri progetti di Dovizioso: “Ho la fortuna di poterlo fare”

I lavori sono cominciati già da diverse settimane e ora Andrea Dovizioso ha raccontato al giornalista Matteo Miserocchi del ‘Corriere Romagna’ lo stato di avanzamento. Ha spiegato che da tempo stava cercando la soluzione giusta per realizzare il suo sogno e finalmente si è deciso, anche perché ce l’aveva praticamente sotto casa.

Ora è lì tutti i giorni per seguire i lavori, perché freme. La sua idea non è solo legata alla pista che pure sarà il fulcro centrale del progetto. In realtà vuole anche sfruttare al meglio l’ampia zona verde tutta intorno, farlo diventare un vero punto di aggregazione anche per le famiglie e quindi aprire un ristorante.

“I professionisti che lavorano con me dicono che i conti non tornano e non ha molto senso, di questo ne sono consapevole. Ma ho la fortuna di poterlo fare e ho la fortuna di avere questa passione forte. Le cose bisogna farle, mi sono buttato al massimo su questo progetto. E spero di poter aprire per la fine di aprile”. Lui intanto si allena perché vuole partecipare alle tappe del Campionato Italiano di cross.

Impostazioni privacy