Superbike, Toseland vuole il terzo titolo

Dopo due anni di Motogp James Toseland ha deciso di tornare in Superbike dove è stato campione in passato in due diverse stagioni, nel 2004 con la Ducati e nel 2007 con la Honda. Toseland vuole vincere anche con la Yamaha per portare a tre il numero di titoli in Superbike così come Troy Bayliss. 
 

James Toseland dovrà confrontarsi con molti avversari ma dalla sua parte ci sarà la Yamaha R1 campione del mondo con Ben Spies ed una squadra abituata a vincere. Toseland dopo due anni di insuccessi dovrà ritrovare la vittoria ed è convinto di riuscirci anche pensando al campionato.

“Penso che ci siano più rivali che mai, con l’eccezione di Troy Bayliss, che non è più tra di loro. Troy era presente quando ho corso la mia ultima gara in Superbike ed era un osso duro. 
 

Quest’anno ci sono sette piloti britannici, tutti capaci di chiudere tra i primi otto e, in qualche caso, tra i primi sette. Ci saranno i rivali di sempre come Haga, Checa, Biaggi, Fabrizio, Corser e altri ancora. Cal ha fatto il salto in Superbike ed ora dovrà trovare il giusto feeling. Non sappiamo ancora quanto migliorerà, ma ovviamente lo farà. 
 

La stessa cosa si può dire anche per Troy Corser e la BMW. Ci sono molti piloti nella mischia. Quest’anno almeno sei piloti possono lottare per il titolo e dieci per il podio. Sette piloti britannici, inoltre, hanno la possibilità di centrare il podio. Sarà un grande spettacolo. 
 

Devo dimenticarmi della battaglia tra britannici perché questa sarà solo una parte del gioco. Ci saranno molti altri piloti lì, in grado di vincere.” 
 

Gli altri inglesi oltre a James Toseland sono il compagno di squadra in Yamaha Sterilgarda Cal Crutchlow, Shane Byrne con la Ducati Althea, Tom Sykes con la Kawasaki, Leon Haslam con la Suzuki e Jonathan Rea con la Honda. 
 

Questi piloti sono stati i più veloci nei test di Portimao e si preparano a caratterizzare la prima gara stagionale di Phillip Island tra due settimane.