Superbike: Ruben Xaus parla del progetto BMW

[galleria id=”557″]E’ un pilota, Ruben Xaus, con un’esperienza a tutto campo nel mondo delle competizioni motociclistiche ad alto livello, nonostante i 31 anni compiuti proprio oggi (a proposito, auguri Ruben!).

Successi in Supersport con Ducati, casa con la quale ha corso da pilota ufficiale debuttando in Superbike (nel 2001 al fianco di Troy Bayliss al team Ducati Infostrada), vincendo le sue prime gare tra le derivate di serie, chiudendo secondo nel 2003 (alle spalle di Neil Hodgson) prima di passare alla MotoGP nel 2004, con la Desmosedici del team d’Antin. 
 

L’avventura nella top class non è stata facile per Ruben Xaus, specie il 2005 con la Yamaha del team Tech 3, tanto che nel 2006 è tornato tra le derivate di serie con la Ducati del team Sterilgarda. Tre stagioni con la squadra di Marco Borciani prima di sposare la causa BMW, ambiziosa nel debutto tra le Superbike. 
 

Dopo i numerosi test tra Valencia, Portimao e Kyalami, Ruben Xaus ha parlato delle ambizioni della casa di Monaco, nonchè della competitività della S1000RR
 

“Questa è una bella sfida e sono molto contento di correre per un team ufficiale e di lavorare con un bel gruppo”, afferma il pilota spagnolo. “Penso di aver sempre saputo che avrei dovuto probabilmente modificare il mio stile (dopo anni di guida in sella ad una due cilindri), ma sono molto soddisfatto dei progressi che ho fatto in questa direzione nelle ultime prove. Certo, non è facile per nessun nuovo costruttore entrare in questa serie incredibilmente competitiva, ma credo che BMW sia in grado di avere un impatto rilevante sul campionato e sono molto felice di far parte di questa grande avventura”
 

Ruben Xaus è legato a BMW Motorrad Motorsport, così come il suo compagno di squadra Troy Corser, da un contratto biennale, indispensabile per poter sviluppare al meglio la S1000RR.