Superbike, Guintoli parla della Suzuki

Nel 2010 Sylvain Guintoli disputerà la sua prima stagione nel mondiale superbike dopo aver corso in MotoGP e quest’anno nel campionato britannico BSB.

Il pilota francese della Suzuki è convinto delle proprie opportunità di ottenere dei buoni risultati con la Suzuki che dopo anni difficili sembra in costante crescita. 
 

“In Australia è stato fatto un buon test. Abbiamo percorso molti giri e siamo stati impegnati durante tutti e tre i giorni a provare parti nuove. C’era parecchio tempo per migliorare e nessuna pressione. Non posso parlare dei rilevamenti cronometrici ma tutto è stato molto positivo. 
 

Quando sono salito sulla moto a Portimao, ho visto che era la stessa così le principali differenze erano nel set-up e nelle sospensioni. Nel BSB utilizzavamo le Showa, qui le Ohlins, così il feeling era ovviamente diverso. 
 

Le prossime prove a Valencia dovrebbero fornirci indicazioni importanti. La Suzuki sta spingendo parecchio per la prossima stagione e già tra Portimao e l’Australia la moto era differente. Ci sono parecchie parti nuove da provare, e fare test significa far sì che ogni cosa possa essere pronta per il 2010. 
 

La pressione è positiva perché il modo in cui il team lavora è positivo. Ogni cosa sta scorrendo bene e vogliamo continuare su questa strada. Lo scorso anno la Suzuki ha iniziato bene, poi Max si è infortunato, quindi anche Yukio. 
 

E’ stata una stagione difficile ma non perché la moto non fosse competitiva. La Suzuki e il team Alstare mi hanno dato la possibilità di rilanciarmi e sento un’energia positiva. Vogliamo entrambi tornare al vertice e questa è una grande motivazione.”