Piaggio ed Enel alleate per l’ambiente

Roberto Colaninno e Fulvio Conti
Il 2010 sarà senza dubbio l’anno dei veicoli eco-friendly, visto che recentemente la questione ambientale è stata presa a cuore dai costruttori. Merito soprattutto delle diverse campagne di sensibilizzazione portate avanti dai governi di molti stati. In quest’ottica dunque non c’è da stupirsi se Piaggio ed Enel abbiano siglato un importante accordo di collaborazione. Alla base di ciò vi è la volontà di contrastare efficacemente l’inquinamento atmosferico, che proprio nell’ultimo decennio ha raggiunto dei livelli a dir poco preoccupanti senza mai arrestarsi.

Guardando i dati ci si rende conto immediatamente della gravità della questione. Le emissioni di gas serra nell’atmosfera sono infatti passate dal 16,6% del 1990 al 23,8% del 2006. Incremento dovuto soprattutto al trasporto su strada, che da solo produce circa il 70% delle emissioni. Ed è proprio per questo che si è palesata l’esigenza di risolvere alla radice il problema, puntando su forme alternative di alimentazione da applicare ai veicoli a motore.
 
Nello specifico, l’alleanza tra Piaggio e Enel è finalizzata alla produzione di mezzi maneggevoli ed ecologici, alimentati da una rete elettrica (posta nella rete urbana) fruibile da tutti i cittadini. Obiettivo di questa strategia è l’incremento della diffusione di due ruote eco-friendly, che per l’appunto si dovrebbe concretizzare mediante un parallelo sviluppo di una rete di ricarica da collocare sul territorio.
 
Il tutto per la gioia non solo degli ambientalisti incalliti, ma anche dei consumatori. E’ infatti risaputo che i veicoli elettrici, oltre a non inquinare, consumino molto di meno rispetto agli equivalenti a benzina. Alla luce di ciò non ci resta che attendere fiduciosi i risvolti di questa innovativa strategia orchestrata da Roberto Colaninno e co.