Motogp: niente Ducati per Valentino Rossi

Valentino Rossi ducatista
La notizia, ancora non ufficiale, di Casey Stoner prossimo a firmare per la Honda dal 2011 ha infiammato non poco il mercato piloti. Del resto la partenza di “Aussie” scatenerebbe un vero e proprio valzer di centauri. Daniel Pedrosa infatti si ritroverebbe senza sella, mentre la Ducati sarebbe costretta a cercare un nuovo “main rider”. Pilota che neanche a dirlo potrebbe essere quel Valentino Rossi che a Borgo Panigale tutti ammiranno infinitamente. Fino a ieri infatti il presidente ducatista Gabriele Del Torchio ha affermato: “Rossi sulla Rossa? Sarebbe una combinazione di colori fantastica”.

Peccato però che questo desiderio resterà verosimilmente tale, salvo sconvolgimenti dell’ultim’ora. E’ di oggi la notizia che il pluridecorato campione della Yamaha ha chiarito una volta per tutte ed in modo perentorio la sua posizione. Stanco dei continui rumors che lo vorrebbero al centro di mille trattative, il pilota di Tavullia ha chiosato piccato: “Non ci sono trattative in corso con Ducati, al 99% rimarrò con Yamaha”.
 
Le parole del trentenne hanno trovato peraltro ampi riscontri nelle dichiarazioni rilasciate sempre in mattinata da Filippo Preziosi, ds della rossa bolognese. “Con Valentino abbiamo parlato per un anno intero, – ha detto il dirigente- ma ora c’è una possibilità davvero remota di averlo in Ducati. Abbiamo un ottimo rapporto, anche a livello personale, e confermo che non ci sono le condizioni per portare avanti delle trattative da quando Vale ha esplicitamente dichiarato di voler rimanere in Yamaha“.
 
Sembra dunque conclusa, almeno per ora, una delle querelle più spinose dell’anno. Certo è però che in caso di ufficializzazione della cessione di Stoner tutto potrebbe essere improvvisamente stravolto. Del resto in motogp gli scossoni sono all’ordine del giorno.