MotoGP Misano: le scelte di Bridgestone

Bridgestone: logo del costruttore di gomme nipponico
Bridgestone ha reso noto che per il GP di San Marino e della Riviera di Rimini, dodicesima prova del motomondiale che si corre nel fine settimana sul circuito Santa Monica di Misano Adriatico non fornirà gomme posteriori asimmetriche ai piloti della MotoGP dato che i carichi cui sono soggetti le spalle dei pneumatici sostanzialmente si equivalgono.

La pista romagnola, d’altro canto, presenta caratteristiche completamente diverse rispetto al circuito di Indianapolis: l’asfalto è molto più omogeneo rispetto a quello americano e richiede mescole dure e medie sia per l’anteriore che per il posteriore. Fondamentali sono poi la stabilità in frenata e l’aderenza del pneumatico: la prima, legata alla tenuta del pneumatico anteriore, è importante soprattutto nelle curve 11 e 12, particolarmente veloci; la seconda invece consente di affrontare al meglio l’uscita dalle curve 6, 10 e 16 prima di arrivare al rettilineo principale. Oltre a tutto questo bisogna considerare anche la tortuosità del Santa Monica: sarà quindi molto importante sfruttare al meglio le due sessioni di prove libere e il warm up per trovare un set up delle moto adeguato. 
 
Bridgestone ha anche comunicato la scelta di gomme da bagnato con mescola dura: in caso di pioggia, infatti, l’aria ha generalmente temperatura elevata e, in questa situazione, è la mescola dura ad offrire le migliori condizioni di durata e consistenza
 
Su questo circuito il costruttore giapponese ha sempre fatto bene: nel 2007 ha accompagnato Casey Stoner prima alla pole e poi alla vittoria e nel 2009 ha consentito a Valentino Rossi di ottenere la vittoria e il nuovo record sul giro; c’è quindi da aspettarsi che anche quest’anno le gomme Bridgestone siano all’altezza della loro fama.