MotoGP, Ducati sbaglia tutto a Donington

Un azzardo che non ha pagato. Casey Stoner nel GP di Gran Bretagna a Donington ha voluto montare le gomme rain: una scelta che si è rivelata sbagliatissima.

L’australiano della Ducati ha chiuso soltanto in zona punti, doppiato, perdendo così la possibilità di recuperare terreno in campionato. 
 

Davvero una mossa incomprensibile che Casey Stoner ha provato a spiegare così come tutto il team Ducati. 
 

“E’ cosa ben nota che nelle ultime gare ho avuto problemi sull’asciutto e oggi speravo intensamente che piovesse”, dice Casey Stoner. “In ogni singolo giro che ho percorso in gara il tempo è stato lì lì per darci ragione e solo per un niente non abbiamo vinto la nostra scommessa. 
 

Sfortunatamente, nonostante la pioggia si sia fatta via via più forte, non ha mai raggiunto l’intensità necessaria, le gomme si sono rovinate e alla fine la nostra scelta è risultata sbagliata. Per me, nella mia situazione, penso che sia stato comunque un rischio che valesse la pena di correre perché c’erano le possibilità che si rivelasse la scelta perfetta. 
 

Non è stato così e ovviamente mi spiace moltissimo. Mi dispiace soprattutto per la squadra perché in Ducati hanno fatto un grandissimo lavoro e mi hanno dato una moto vincente in tutti i circuiti in cui abbiamo corso ultimamente ma, per un motivo o per l’altro, non sono riuscito a sfruttarla. Sono contento che sia arrivato un periodo di pausa e spero di tornare più forte a Brno”. 
 

Forse è proprio un pò di vacanza che serviva a Stoner e alla Ducati per ricaricare le batterie e guardare con un più lucidità alle prossime gare, cercando di recuperare terreno in classifica generale.