MotoGP: Dorna conferma MotorLand Aragon fino al 2016

MotorLand Aragon
Dorna Sports e la società che gestisce il nuovo circuito spagnolo di MotorLand Aragon hanno rinnovato gli accordi di collaborazione in virtù dei quali la gara spagnola si correrà almeno fino alla stagione agonistica 2016, ovvero per le prossime sei edizioni del mondiale targato Dorna.

L’esordio della nuova pista, che nel 2010 ha ospitato il tredicesimo round del circus iridato e ha visto il trionfo della Ducati Desmosedici GP 10 di Casey Stoner in MotoGP, è stato favorito dai lavori non conclusi al Balaton Ring, fatto che ha promosso la pista spagnola al rango di location ufficiale dopo che, all’inizio della stagione, era un semplice circuito di riserva. 
 
Inoltre, il buon riscontro da parte del pubblico (116000 persone in tre giorni con un picco di 70000 per le gare domenicali), dei piloti ed anche dei media, nonché la vittoria del prestigioso IRTA Best Grand Prix (fatto del tutto inedito per una gara all’esordio), sembrano aver convinto fino in fondo Carmelo Ezpeleta, che di certo non sarà affatto scontento di avere un altro round in terra iberica. 
 
Se si tiene conto che anche la Superbike si prepara a conoscere la nuova pista spagnola (gare in calendario per il 19 giugno 2011), diventa subito evidente come l’organizzazione che gestisce il circuito sia stata davvero molto brava a portarsi a casa velocemente i due principali eventi del motociclismo mondiale ed ad assicurarsi quindi un futuro che sembra roseo in un periodo in cui alcuni circuiti storici sono invece costretti a fare i conti con una notevole scarsità di risorse economiche che ne mette in grave pericolo la stessa sopravvivenza.