Moto2: Corti in gran forma a Jerez

Claudio Corti sta impressionando sempre più. Spuntato dal nulla quasi come un fungo negli affollati sottoboschi di conifere, il ragazzo lombardo è riuscito ben presto a dare saggio delle proprie capacità. Talento puro e maturità da rider esperto sono le doti che gli vanno senza dubbio riconosciute e che ha ampiamente palesato negli esigui appuntamenti pre-stagionali. Ultimo dei quali si è svolto proprio in questi giorni sul tracciato iberico di Jerez de la Frontera. Lì il giovane rider ha dato ancora una volta saggio delle proprie specificità, stupendo non poco i convenuti nonchè gli addetti ai lavori.

Col fantastico tempo di 1’44.044, il pilota della Forward Racing Moto2 è riuscito non solo ad eguagliare il fastest lap fatto segnare da Toni Elias, ma anche a sopravanzarlo di soli 33 millesimi. Ciò ha impressionato lo stesso Elias, che si è detto colpito dalla prova maiuscola del giovane collega.
 
Come Corti però anche altri outsiders hanno fatto vedere ottime cose. Viene da pensare a tal proposito ai vari Scott Redding (Marc VDS Racing) e Kenny Noyes (Jack&Jones by Antonio Banderas), i quali hanno portato a termine diversi giri veloci che gli sono valsi una menzione nelle parti alte del tabellone.
 
Alla luce dunque di tali riscontri cronometrici è palese che il primo campionato moto2 potrà riservare parecchie sorprese. La nuova classe del motomondiale non sarà infatti destinata ad essere monopolizzata soltanto da piloti affermati (Julian Simon, Alex De Angelis, Mattia Pasini, Toni Elias ecc…) ma anche da una folta schiera di riders emergenti vogliosi di impressionare e di creare bagarre per le posizioni che contano.