Moto Morini ad un passo dal fallimento

Logo Moto Morini
La Moto Morini, storico brand italiano, sarebbe ad un passo dal fallimento. La casa bolognese infatti versa da tempo in cattive condizioni. Diversi sono stati gli interventi delle istituzioni tesi a risollevare il brand, tuttavia non c’è stato nulla da fare. Il colpo di grazia peraltro è stato inferto dalla recente crisi, che oltre ad aver piegato i grandi marchi, ha anche dissestato le casse delle ditte minori. Morini infatti ha subito negli ultimi due anni una sostanziosa diminuizione delle immatricolazioni. Questo trend ovviamente ha contribuito ad aggravare un quadro già di per sé poco confortante, visto che la ditta era in fase calante da tempi non sospetti.

E’ da dire però che la gravità della situazione non è irreversibile. Proprio in questi giorni infatti i vertici della casa emiliana sono in costante contatto con quelli della Nuova Garelli Spa di Paolo Berlusconi. Obiettivo di queste contrattazioni sarebbe il passaggio della Moto Morini all’interno della società per azioni gestita dall’imprenditore lombardo.
 
Tuttavia in questi casi il condizionale è d’obbligo, tenuto conto del fatto che le trattative abbiano subito nelle ultime ore un’ inattesa battuta d’arresto. Ieri infatti si è svolto un incontro tra le parti a Casalecchio di Reno, laddove Garelli ha confermato l’offerta di 2,8 milioni di €, per l’acquisto di asset materiali, immateriali, marchi, merci e semilavorati, escluso fabbricati.
 
Oltre ciò i garelliani hanno ribadito la volontà di mantenere la sede produttiva a Bologna, e di accollarsi TFR ed annessi e connessi delle 20 risorse di cui alla proposta al sindacato, oltre alla richiesta della stipula di un contratto di locazione dell’immobile per 6 anni.
 
Questa proposta però non ha convinto in alcun modo il sindacato della contraparte, che ha dunque rigettato al mittente l’unica possibilità (ad oggi) di evitare il fallimento della Moto Morini.