Eicma 2009: Piaggio USB

[galleria id=”1455″]Alla sessantasettesima edizione del Salone Internazione del Motociclo di Milano (Eicma 2009) Piaggio ha presentato USB, un prototipo disegnato dal Centro Stile di Pontedera diretto da Marco Lambri.

Piaggio ha da sempre dimostrato di voler osare e di credere in progetti innovativi, basti pensare a un progetto di circa sessantenni fa chiamato “Vespa”… oggi un’icona delle due ruote, o a progetti dall’enorme successo come Beverly, o dell’innovativo scooter a tre ruote MP3 Hybrid, il primo con tre ruote, motore ibrido e acceleratore elettronico Ride By Wire.
 
Piaggio USB (Urban Sport Bike) è caratterizzato da un’innovativa dotazione tecnica, la propulsione dello scooter ibrido di Pontedera è affidata a due unità, la prima una tradizionale unità termica a due tempi GDI, la seconda una macchina elettrica alloggiata nella ruota posteriore.
 
Il motore elettrico è caratterizzato dalle nano-tecnologie per garantire massime prestazioni unitamente alla massima affidabilità del mezzo. È alimentato da una batteria ai litio-polimeri da 2,5 Kw/h, che le garantisce un’autonomia di circa cinquanta chilometri, nel solo funzionamento con motore elettrico.
 
Lo scooter ibrido della Piaggio può essere utilizzato nella configurazione ibrida – seriale, in questa modalità può raggiungere una velocità massima di cento chilometri l’ora e una velocità media di utilizzo di sessanta chilometri l’ora.
 
Piaggio USB vanta una coppia massima di 200 Nm, un elevato valore dato dai contributi dei due propulsori.
 
È possibile utilizzare il Piaggio USB con la sola alimentazione elettrica, abbattendo a zero le emissioni inquinanti, ottenendo così un ZEV (Zero Emission Vehicle).
 
Il peso dello scooter ibrido della Piaggio è inferiore ai centotrenta chili, caratteristica che unita all’elevato valore di coppia e al punto di baricentro basso, rende questo mezzo agile e divertente, nel pieno rispetto ambientale.