BMW S1000 RR incoronata da SWA

SWA: il logo del concorso
SWA (Supertest World Association) è un’associazione che organizza e gestisce il più grande test ride in pista a livello mondiale, invitando i migliori giornalisti a livello mondiale a confrontare le ultime novità e tecnologie del mercato motociclistico e ad eleggere la moto regina dell’anno in corso.

Quest’anno l’ambito premio di SWA Bike Of The Year 2010 è andato alla BMW S1000 RR, la supersportiva della casa bavarese che ha portato una ventata di aria fresca nel mondo delle moto supersportive dotate di propulsore a quattro cilindri in linea (grazie alla sua potenza da record ed all’equilibrio globale tipico di tutti i modelli della casa di Monaco di Baviera) e ha inoltre fatto registrare numeri da record per quanto riguarda le vendite, che appaiono quasi incredibili se si pensa al periodo di contrazione dei consumi che il mercato delle due ruote sta vivendo in Europa. 
 
Al secondo posto (ma molto staccata) si è piazzata la Ducati Multistrada 1200, principale novità della casa di Borgo Panigale per l’anno 2010, seguita dalla Kawasaki Z1000 e dalla Yamaha XTZ 1200Z Super Tenerè, terze ex aequo ma anche loro molto lontane come punteggio dalla moto che le precede. 
 
Una classifica che sostanzialmente condivido e che premia una moto ottima per prestazioni, qualità e costo. L’unico neo della graduatoria è forse l’assenza di Aprilia RSV4, una moto supersportiva molto titolata che non ha quasi nulla da invidiare alla rivale tedesca (anzi in alcuni aspetti, come per esempio la ciclistica, secondo me la supera) ma che purtroppo non ha avuto il giusto riconoscimento a livello internazionale.