Anteprime: è il turno della TPR Urban Scrambler

TPR italian factory Urban Scrambler
Incredibile ma vero. Nonostante il mercato delle moto sia monopolizzato dai colossi euroasiatici e americani, c’è ancora chi vuol dire la sua in barba alle lobby consolidate.

Stiamo parlando di Pietro Figini, che ha deciso di dar vita ad una nuova azienda motociclistica denominata TPR italian factory.
Il progetto, che all’inizio era visto con scetticismo dai soliti sapientoni, è culminato proprio in questi giorni nella presentazione della prima moto targata TPR italian factory: la Urban Scrambler.
Tale moto, nasce dall’esigenza insita nel “Figio” di dar vita ad una due ruote italiana che abbia stile, carattere ed unicità.
Il risultato sembra dargli ragione. La Urban Scrambler infatti sembra rappresentare una ventata di novità in un ambiente a tratti stantio.
 
Dal punto di vista della componentistica, la Scrambler è il frutto di attenti studi condotti su modelli anteriori. Il motore infatti è un classico bicilindrico da 800 cc. Il telaio con doppia culla tubolare è tratto dalla Triumph Boneville e presenta un’arcinota alimentazione a carburatori. Colpisce appunto la resa del motore, che pur essendo prestante non intacca minimamente l’affidabilità del mezzo.Il motore infatti è da 75 cv, dato per nulla negativo se si considera il rapporto peso potenza. La scambler infatti è realizzata in gran parte in alluminio e raggiunge un peso a secco di circa 180 kg.
 
Inoltre, per quanto concerne il design, la ciclistica e la scelta della componentistica, possiamo certamente affermare che la Urban Scrambler riecheggia sotto vari aspetti le moto che spadroneggiavano nei sixties.
 
Altre chicce degne di nota sono il pignone con protezione trasparente, i cerchi a raggi di colore nero, il portatarga in gomma, per non parlare dell’impianto di scarico realizzato a doppia anima per evitare bruciature a pilota e passeggero.
 
Questo gioiellino made in Italy è disponibile su ordinazione (consegna dopo un mese) e su misura al costo di 12.000 €.
Per “su misura” s’intende il fatto che sospensioni e altri componenti vengono ottimizzati in base al peso, all’altezza e allo stile di guida del compratore. L’acquirente inoltre può scegliere di personalizzare la moto con vari dettagli relativi a sella, manubrio e colorazioni varie.
Per avere altre info fotografiche sulla TPR urban è possibile recarsi sul sito ufficiale di milano tonight.